Ita|Eng
11-02-2015
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone
Roma: una nuova idea di dialogo per la città

L’’idea da cui siamo partiti è stata quella di dare nuovo risalto alla parola Roma, una parola che tutto il mondo conosce. Eliminando l’’attributo Capitale, quindi, e utilizzando il vocabolo Roma come centro da cui far irradiare i linguaggi visivi. Abbiamo voluto preservare una serie significativa di codici visivi che si sono sedimentati nel tempo e grazie ai quali la città comunica con i suoi pubblici. Ad esempio: la forma dello scudetto, i simboli interni allo scudetto, le consuete cromie, il font disegnato ad hoc per la città, la fascia orizzontale che organizza i contenuti; elementi la cui valorizzazione costituisce una naturale piattaforma per la rappresentazione dell’’identità urbana.
Da queste considerazioni di partenza nascono due tipologie diverse di intervento: una di tipo ““istituzionale””, in cui il marchio con lo scudetto viene utilizzato per tutte le pratiche e gli atti dell’’Amministrazione; una di tipo ““relazionale”” in cui il brand rappresenta un’’opportunità per iniziare un nuovo corso, una rilettura di Roma in chiave contemporanea, un racconto capace di dare lustro alle diverse anime di cui la città si compone. Non a caso il messaggio verbale recita “”RoMe & You””. Il tentativo è quello di instaurare un rapporto di prossimità tra individuo e “”Urbe””, una dinamica relazionale, una vicinanza, un’’idea di ascolto, perché no: una storia d’’amore. Infine, abbiamo provato a imprimere alle nostre scelte progettuali quelle caratteristiche di divertimento, ironia, amicalità, che riteniamo proprie dell’’idea di Roma, per una città che estende il suo messaggio ben al di là dei confini nazionali.