Ita|Eng
04-11-2014
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone
La cappella sistina venti anni dopo: nuovo respiro, nuova luce

A 450 anni dalla morte di Michelangelo e dopo 20 anni dalla conclusione dell’’ultimo restauro, i Musei Vaticani hanno organizzato un importante Convegno Internazionale (Roma, 30-31 ottobre 2014) per illustrare lo studio, la progettazione e l’’installazione di due nuovi impianti di climatizzazione e di illuminazione creati appositamente a miglior tutela di questo straordinario capolavoro.
Inarea firma l’’identità dell’’evento con la creazione di un simbolo speciale: all’’interno della sagoma di un ““diaframma”” vengono ospitate le immagini delle vele della “”cappella magna””.
L’’idea è quella di riproporre attraverso l’’occhio tecnologico di un obiettivo una serie di colori e forme che rimandano alle suggestioni del luogo, in una composizione dinamica che fa riferimento sia alla luce sia al movimento dell’’aria. Una sorta di focus virtuale attraverso il quale si determinano gli interventi tecnici, risultati importanti che hanno comportato un lavoro scientifico e tecnologico lungo tre anni.